1. Home
  2. Investing
  3. Stocks
  4. Italy
  5. BIT
  6. Pirelli & C (PIRC)
  7. Financials

Bilancio - Dati Fondamentali Pirelli & C.

Company name:Pirelli & C.
Description:
Pirelli, fondata nel 1872 è stata quotata alla Borsa di Milano dal 1922 al 2015 per le azioni ordinarie e febbraio 2016 per le azioni di risparmio, quando viene delistata a seguito dell’OPA lanciata da Marco Polo Industrial Holding, e, dopo un processo di cambiamento che ha condotto alla separazione delle attività relative ai pneumatici industrial e all’assunzione da parte di Pirelli delle attività consumer di Aeolus, viene ammessa alla quotazione dal 4 ottobre 2017. Pirelli è tra i principali produttori mondiali di pneumatici e fornitore di servizi accessori, specializzato esclusivamente nel mercato Consumer (pneumatici auto e moto) con un posizionamento distintivo sull’alto di gamma (High Value). Pirelli dispone di un portafoglio di circa 6.700 brevetti, ed è presente da un punto di vista produttivo in 12 paesi con 19 stabilimenti, mentre sotto il profilo commerciale è presente in 160 paesi, oltre a 55 siti car (in 29 lingue) e 20 siti moto (in 14 lingue) visitati nel 2020 da 7,9 milioni di utenti unici. È inoltre fornitore esclusivo della Formula 1 dal 2011, ed ha rinnovato il contratto fino al 2024.
CEO:Marco Tronchetti ProveraWWW Address:http://corporate.pirelli.com
Chairman:Ning GaoningTelephone:02 64421
Address:Viale Piero E Alberto Pirelli, 25Fax:02 64422670
Town / City:MilanoEmail:ir@pirelli.com
Country:ItaliaISIN:IT0005278236
Postcode/Zip code:20126
 Price Price Change [%] Bid Ask Volume High Low
 6.44 0 [0%] 6.426 6.43  - -
 Open Prev. Close Market Cap. Shares In Issue VWAP ROE (%) 52-Wks-Range
 - 6.44 6,440,000,000 1,000,000,000 - 0.67 4.14-6.73
(at previous day's close)
Yesterday's Close6.44
Market Cap.6,440,000,000
Shares In Issue1,000,000,000
Preferred Shares in issue-
Nonvoting Shares in issue-
Convertible Shares in issue-
Sample PeriodHighLow
1 week6.736.37
4 weeks6.736.06
12 weeks6.735.28
1 year6.734.14
3 years6.733.04
5 years7.993.04

30/6/202130/6/202031/12/202031/12/2019
Sales and Services Revenue2,564,8411,816,4294,302,1315,323,054
EBITDA505,179221,880753,6761,292,828
EBIT248,604-56,788219,139742,744
Group Result123,097-103,28029,781438,134
Net Result131,540-101,70942,673457,697
Cash Flow----
Total Net Assets4,798,6724,404,1444,551,8504,826,631
Net Financial Position-4,079,176-4,593,787-3,524,320-3,695,736
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2021 - Tutti positivi e in grandissima ripresa i risultati di Pirelli e C.
nel primo semestre 2021.
I ricavi sono infatti balzati del 41,2%, passando da 1.816,4 a 2.564,8 milioni, in presenza di un incremento dei volumi pari al 42,3% (+46,3% per l’High Value, in particolare +51% per il Car oltre 18 pollici e +58% per il Car oltre 19 pollici, e +38,3% per lo Standard), e un effetto Price/Mix positivo per il 3% (grazie alla forte crescita dell’High Value nel segmento oltre 19 pollici e nelle Specialties, oltre all’implementazione degli aumenti di prezzo a partire dalla fine del primo trimestre), mentre l’effetto cambi/iperinflazione Argentina è stato negativo per il 4,1%.
La crescita organica dei ricavi è stata quindi del 45,3%, e il segmento High Value ha raggiunto il 71,9% del fatturato di gruppo (70,8% nel primo semestre 2020).
Gli altri ricavi sono saliti del 5,3% a 145,1 milioni, incremento dovuto per lo più a maggiori vendite di prodotti Industrial (proventi generati dalla vendita di pneumatici per truck e per veicoli agro, acquistati principalmente dal gruppo Prometeon e poi venduti dalla rete distributiva controllata da Pirelli), oltre a altri ricavi derivati in parte da attività sportiva.
I costi per consumi di materie prime sono però balzati del 59,4% a 875,7 milioni, ed il costo del personale è salito del 22,6% a 564,1 milioni, in presenza di un numero di dipendenti passato da 30.521 a 30.787 unità.
Gli altri costi sono aumentati del 27,1% a 823,7 milioni, in particolare per l’aumento delle spese di vendita e di pubblicità, delle lavorazioni esterne e delle manutenzioni.
L’ebitda è così più che raddoppiato da 221,9 a 505,2 milioni, mentre l’ebitda rettificato è passato da 267,9 a 573,9 milioni.
Dopo ammortamenti in lieve diminuzione da 258,5 a 253,4 milioni (ma soprattutto minori svalutazioni, per lo più di crediti commerciali, passate da 20,1 a 3,2 milioni), si è passati da una perdita operativa di 56,8 milioni a un utile operativo di 248,6 milioni.
L’ebit rettificato è passato da 66,7 a 377,4 milioni; tale incremento ha beneficiato di un positivo effetto dei volumi (+315 milioni) e Price/Mix (+47 milioni, che ha sostanzialmente compensato l’incremento del costo delle materie prime per 38,7 milioni dovuto al deprezzamento delle principali valute dei Paesi di produzione del gruppo come Sud America, Romania e Russia) l’impatto negativo dei cambi per 12,7 milioni.
Inoltre l’impatto della Fase 2 del Piano Competitività ha generato efficienze strutturali per 82,5 milioni che hanno più che compensato l’effetto negativo dell’inflazione per 32 milioni e il “reversal impact” del Piano Covid per 10,4 milioni.
Il primo semestre 2021 include poi maggiori costi di ricerca e sviluppo e marketing sull’High Value per 32 milioni, maggiori accantonamenti al piano di incentivazione del management per 23,2 milioni (il piano era stato cancellato nel 2020) e benefici per 21,2 milioni derivanti dalla normalizzazione della stagionalità dei costi rispetto al 2020 oltre all’impatto positivo della ricostituzione delle scorte.
Il “reversal impact” del piano Covid deriva dal saldo tra 54,4 milioni di costi discrezionali relativi ad attività sospese nel 2020 per controbilanciare gli effetti della pandemia e 44 milioni di benefici derivanti dal maggior utilizzo degli impianti.
Il saldo negativo della gestione finanziaria è migliorato, scendendo da 76,9 a 69,9 milioni; del resto gli oneri finanziari netti sono lievemente scesi, passando da 73,1 a 71,8 milioni, ma con un costo del debito in aumento al 2,27% rispetto all’1,94% di fine 2020.
L’incremento è stato determinato dal temporaneo peggioramento della leva finanziaria per effetto del Covid, solo parzialmente compensato da efficienze a livello del debito locale.
Anche l’indebitamento finanziario netto al 30/6/2021, pari a 4.079,2 milioni, è peraltro salito rispetto ai 3.524,3 milioni di fine 2020, in quanto il cash flow operativo è stato negativo per 272,7 milioni (lo era per 589,8 milioni nel primo semestre 2020), in presenza di un minore assorbimento di cassa legato al capitale circolante e all’attenta gestione delle scorte.
Il risultato da partecipazioni è poi passato da un valore negativo per 3,8 milioni a uno positivo per 2 milioni.
Si è così passati da una perdita ante imposte di 134,6 milioni a un utile ante imposte di 178,7 milioni.
Dopo imposte per 47,2 milioni, con un tax rate del 26,4% (effetto fiscale positivo per 32,8 milioni nel primo semestre 2020) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza in aumento da 1,6 a 8,5 milioni, si è passati da una perdita netta di 103,3 milioni a un utile netto di 123,1 milioni.
Su base rettificata si sarebbe passati da una perdita netta di 13,4 milioni a un utile netto di 224,3 milioni.
Nel primo semestre 2021 sono state registrate circa 170 omologazioni tecniche nel Primo Equipaggiamento (circa il 50% dell’obiettivo annuale), concentrate per circa l’85% sui calettamenti oltre 19 pollici e per il 50% sulle Specialties, mentre nel canale Ricambi sono state lanciate quattro nuove linee di prodotto dedicate al Replacement (due in Europa e due in Nord America, che arricchiscono l’offerta All Season e di pneumatici dedicati al segmento CUV-SUV).
È inoltre stata avviata la produzione del primo pneumatico al mondo certificato dal Forest Stewardship Council.
Il livello di saturazione ottimale degli impianti è già superiore al 90%.
RISULTATI 2020 - Risultati pesantemente impattati dall’emergenza Covid-19 per Pirelli e C.
nel 2020, ma grazie al quarto trimestre e al risparmio dei costi l’esercizio si è chiuso in utile e con valori in linea con i target.
I ricavi caratteristici sono scesi del 19,2% a 4.302,1 milioni (-14,1% su base organica), come conseguenza di un calo dei volumi pari al 15,3% (-9% per l’High Value e -21,4% per lo Standard), di un effetto Price/Mix positivo per l’1,2% e un effetto cambi/IAS 29 Argentina negativo per il 5,1%.
In particolare i ricavi High Value sono scesi del 14,4% a 3.029,8 milioni (-12,3% su base organica) ed hanno raggiunto il 70,4% del giro d’affari (66,5% nel 2019), mentre quelli Standard sono diminuiti del 28,6% a 1.272,3 milioni (-17,9% su base organica).
L’effetto Price/Mix positivo è dovuto a una ripresa nel secondo e terzo trimestre grazie al miglioramento del mix di canale, del mix a livello di Region (con la ripresa delle vendite in Cina a partire dal secondo trimestre) e del mix di prodotto; il quarto trimestre però ha risentito di maggiori vendite nel Primo Equipaggiamento rispetto al canale Ricambi.
L’effetto negativo dei cambi è per lo più dovuto alla volatilità delle valute di America Latina e Russia, oltre alla rivalutazione dell’euro rispetto alle principali valute nel terzo e quarto trimestre.
Gli altri ricavi sono poi scesi ben del 37% a 306,3 milioni.
I costi per consumi di materie prime sono diminuiti in misura superiore ai ricavi (-26,5% a 1.280,4 milioni), mentre il costo del personale è diminuito dell’11,4% a 949,7 milioni, in presenza di un numero di dipendenti passato da 31.575 a 30.510 unità.
In ogni caso l’ebitda rettificato è sceso del 31,9% a 892,6 milioni, mentre l’ebitda è diminuito del 41,7% a 753,7 milioni.
L’ebit rettificato si è ridotto del 45,4% a 501,2 milioni e, a livello reported, del 70,5% a 219,1 milioni.
Gli ammortamenti sono rimasti quasi invariati a 506,1 milioni, ma gli accantonamenti sono scesi da 20,5 a 11,1 milioni e le svalutazioni da 22,3 a 17,4 milioni.
Il programma di Competitività dei Costi (160 milioni al lordo di efficienze strutturali) ha compensato l’impatto dell’inflazione (50 milioni), l’effetto cambi negativo (60 milioni) e l’incremento dei costi delle materie prime per 20 milioni.
Il piano di riduzione costi Azioni Covid (110 milioni) ha più che compensato l’impatto dello slowdown, pari a 78 milioni.
Il price/mix ha avuto un effetto positivo per 20 milioni, mentre sono aumentati di 117 milioni gli altri costi (di cui 55 non monetari, legati al processo di trasformazione (digitalizzazione), all’incremento di accantonamenti su crediti e rimanenze ed altri costi non monetari collegati alla riduzione delle scorte), oltre a maggiori ammortamenti per 30 milioni.
Le spese per Ricerca e Sviluppo sono diminuite del 16,3% a 194,6 milioni (in particolare quelle High Value del 15,4% a 182,5 milioni).
Le rettifiche hanno riguardato ammortamenti di asset intangibili identificati in sede di PPA invariati a 114,6 milioni, oneri one-off e di ristrutturazione in diminuzione da 131 a 107,7 milioni (razionalizzazione delle strutture, adeguamento valore di alcuni fondi pensione in UK in sede di completamento del buy-out a luglio 2020 per 11 milioni, oneri relativi al piano di retention passati da 6,9 a 8,4 milioni) e, solo nel 2020, costi diretti legati all’emergenza Covid-19 per 59,8 milioni (di cui 9,8 riferiti a materiali di protezione per il personale, 2,7 a donazioni legate all’emergenza, 11,5 di costi dei semilavorati resi inutilizzabili dalle impreviste chiusure degli impianti e 33,3 di costi non discrezionali di sponsorizzazioni per eventi cancellati o a ridotta visibilità), mentre come si è detto nel 2019 vi era stato un beneficio su crediti di imposta in Brasile per 71 milioni.
Gli oneri finanziari netti sono saliti da 113,6 a 162,1 milioni (ma anche questo dato nel 2019 aveva beneficiato dell’effetto dei crediti di imposta in Brasile, senza i quali gli oneri finanziari netti sarebbero stati di 216,7 milioni); al 31/12/2020 l’indebitamento finanziario netto era pari a 3.524,3 milioni a fronte di 3.695,7 milioni a fine 2019, in presenza di un flusso di cassa netto della gestione operativa ante dividendi positivo per 248,8 milioni (lo era per 344,1 milioni nel 2019) in presenza di un capex sceso da 390,5 a 140 milioni; il dato di fine 2020 include il pagamento della sanzione relativa al cartello dei cavi comminata dal Tribunale UE per 33,7 milioni e il beneficio di 41,2 milioni legato agli effetti contabili dell’emissione del bond convertibile avvenuta nel 2020; non considerando il bond, il flusso di cassa è stato di 207,6 milioni.
La riduzione delle scorte è stata di circa 257 milioni (154 milioni escludendo l’effetto cambi), per effetto principalmente del decremento dei prodotti finiti (circa 2,6 milioni di pezzi sul Car e circa 300.000 pezzi sul Moto, avvenuta nel secondo e terzo trimestre dell’anno).
Le partecipazioni hanno avuto un effetto negativo per 5,3 milioni (lo è stato per 11 milioni nel 2019); l’utile ante imposte è quindi passato da 622,3 a 57,4 milioni (-90,8%).
Dopo imposte per 14,7 milioni (tax rate lievemente sceso, dal 26,5% al 25,6%), e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 19,6 a 12,9 milioni, l’utile netto è diminuito del 93,2% a 29,8 milioni; su base rettificata sarebbe passato da 514,3 a 245,5 milioni (-52,3%).
Il dividendo ammonta a 0,08 euro per azione, in pagamento dal 23 giugno 2021.
30/6/202130/6/202031/12/202031/12/2019
Avviamento1,884,1901,884,4521,883,9451,886,988
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali3,224,3453,309,7583,159,7673,649,809
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze956,494961,507836,4371,093,754
Crediti Commerciali802,472627,892597,669649,394
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

12,814,35813,316,49213,760,01713,934,454
Capitale Sociale1,904,3751,904,3751,904,3751,904,375
Azioni Proprie----
Riserve2,653,4192,504,3682,513,2622,381,940
Utile (Perdite) d'Esercizio123,097-103,28029,781438,134

Patrimonio Netto di Gruppo

4,680,8914,305,4634,447,4184,724,449
Patrimonio netto di Terzi117,78198,681104,432102,182

Patrimonio netto Complessivo

4,798,6724,404,1444,551,8504,826,631
Debiti Finanziari a Lungo Termine3,570,4354,951,7325,058,5873,960,163
Fondo TFR e altri fondi del personale188,553188,587243,931260,832
Fondo per rischi e oneri72,145110,27273,257120,469
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine1,467,0321,208,003937,4931,451,106
Debiti Commerciali966,934858,4231,267,9711,611,488
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

12,814,35813,316,49213,760,01713,934,454
30/6/202130/6/202031/12/202031/12/2019
Ricavi delle vendite e delle prestazioni2,564,8411,816,4294,302,1315,323,054
Altri ricavi145,129137,824306,313486,307

Totale ricavi

2,709,9701,954,2534,608,4445,809,361
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze57,540-76,061-160,2235,584
Consumi di materie prime875,653549,4461,280,3611,741,249
Costo del personale564,119460,130949,6781,072,167
Costi per servizi----
Altri costi operativi823,676647,9141,466,2941,713,404
Altri proventi non ricorrenti1,1171,1781,7884,703
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA505,179221,880753,6761,292,828
Ammortamenti253,369258,525506,054507,347
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni--11,09820,471
EBIT248,604-56,788219,139742,744

Saldo gestione finanziaria

-69,886-76,936-162,066-113,631
a) Proventi Finanziari35,227167,016146,384126,300
b) Oneri Finanziari107,069240,166155,203238,240
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari1,956-3,786-153,247-1,691
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)16-847293-6,854

Risultato prima delle imposte

178,734-134,57157,366622,259
Imposte sul reddito47,194-32,86214,693164,562
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

131,540-101,70942,673457,697
Risultato di pertinenza di terzi8,4431,57112,89219,563
Risultato di pertinenza del Gruppo123,097-103,28029,781438,134
Your Recent History
BIT
PIRC
Pirelli & ..
Register now to watch these stocks streaming on the ADVFN Monitor.

Monitor lets you view up to 110 of your favourite stocks at once and is completely free to use.

NYSE, AMEX, and ASX quotes are delayed by at least 20 minutes.
All other quotes are delayed by at least 15 minutes unless otherwise stated.

By accessing the services available at ADVFN you are agreeing to be bound by ADVFN's Terms & Conditions

P: V:us D:20220124 06:51:51