User Notice: The site will be occasionally unavailable due to scheduled maintenance this weekend. Please accept our apologies for any inconvenience.

Bilancio - Dati Fondamentali F.I.L.A. - Fabbrica Italiana Lapis ed Affini

Company name:F.I.L.A. - Fabbrica Italiana Lapis ed Affini
Description:
F.I.L.A. (Fabbrica Italiana Lapis ed Affini) è attiva nei prodotti per colorare, disegnare, modellare, scrivere, dipingere e carte per le belle arti, la scuola e d il tempo libero. Il gruppo opera al 30 giugno 2020 attraverso 21 stabilimenti produttivi e 35 filiali a livello mondiale con marchi come GIOTTO, DAS, LYRA, Canson, Maimeri, Daler and Rowney Lukas, Ticonderoga, Pacon, Strathmore e Princeton.
CEO:Massimo CandelaWWW Address:www.filagroup.it
Chairman:Giovanni Gorno TempiniTelephone:02 381051
Address:Via Xxv Aprile, 5Fax:02 3538546
Town / City:PeroEmail:ir@fila.it
Country:ItaliaISIN:IT0004967292
Postcode/Zip code:20016
 Price Price Change [%] Bid Ask Volume High Low
 9.75 0.01 [0.1%] 9.74 9.77 131,575 9.89 9.72
 Open Prev. Close Market Cap. Shares In Issue VWAP ROE (%) 52-Wks-Range
 9.76 9.74 418,842,372 42,958,192 9.77 7.25 5.91-10.50
(at previous day's close)
Yesterday's Close9.74
Market Cap.418,412,790
Shares In Issue42,958,192
Preferred Shares in issue-
Nonvoting Shares in issue-
Convertible Shares in issue-
Sample PeriodHighLow
1 week10.029.44
4 weeks10.389.34
12 weeks10.508.86
1 year10.505.91
3 years19.845.91
5 years21.305.91

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Sales and Services Revenue307,518350,703682,686588,747
EBITDA45,16559,938105,92473,510
EBIT22,31739,69260,04849,024
Group Result2,78016,96824,0008,747
Net Result2,15018,04226,10510,461
Cash Flow----
Total Net Assets335,407343,315357,351338,809
Net Financial Position-611,444-602,865-499,220-453,244
RISULTATI 2019 – Risultati in crescita a doppia cifra per Fila nel 2019, in gran trainati dall’espansione per linee esterne e in particolaredall’apporto del gruppo americano Pacon (recepito nel consolidamento a partire dal 7 giugno 2018).
Ma la crescita prosegue: il 2 marzo 2020 ha acquisito il ramo d’azienda specializzato nel fine art operante attraverso il marchio ARCHES finora gestito dal gruppo Ahlstrom-Munksjo, al prezzo complessivo di 43,6 milioni.
Nel 2019 i ricavi consolidati balzano da 588,7 a 682,7 milioni (+16%), e recepiscono l’apporto di Pacon (87,8 milioni), l’effetto favorevole dei cambi (21,9 milioni) e l’impatto della vendita del marchio “Superior” (avvenuta a ottobre 2019).In termini normalizzati (al netto dell’effetto della vendita del marchio Superior e dell’effetto cambi) i ricavi salirebbero del 16,7% a 687,4 milioni (+1,3% includendo nel 2018 per 12 mesi il gruppo Pacon; -1,1% su base omogenea per perimetro e cambi).
In termini omogenei di perimetro e cambi l’incremento dei ricavi riscontrato in Asia (+15,2 milioni, +21,1%) e in Centro Sud America (+1,9 milioni, +2,8%), viene sostanzialmente assorbito dalla diminuzione in Nord America (-22,8 milioni, -9,7%), in Europa (-4,5 milioni, -2,1% soprattutto in Italia e Francia) e nel resto del mondo (-0,8 milioni, -20,5%).
Gli altri ricavi e proventi scendono da 8,6 a 6,7 milioni e il totale ricavi passa da 597,4 a 689,4 milioni (+15,4%).
I costi operativi riflettono il trend dei ricavi e nel complesso aumentano da 523,8 a 583,5 milioni (+11,4%) e includono oneri non ricorrenti per 17,9 milioni riguardanti la riorganizzazione del gruppo in Nord America e Europa (23,4 milioni nel 2018), mentre l’IFRS 16 ha comportato minori costi per servizi per 13 milioni.
L’Ebitda passa così da 73,1 a 105,9 milioni (+44,1%); in termini normalizzati l’Ebitda sarebbe aumentato a 110,8 milioni (+15,6%) e a parità di perimetro per il consolidamento di Pacon, l’Ebitda risulterebbe migliorato dello 0,4% (-1,7% al netto dell’effetto cambi e della vendita del business Superior”).
Gli ammortamenti e svalutazioni salgono da 24,5 a 45,9 milioni (+87,4%) e conducono l’Ebit a 60 milioni, da 49 milioni dell’anno prima (+22,5%); normalizzato l’Ebit salirebbe a 78,4 milioni (+9,9%).
Il saldo negativo della gestione finanziaria risulta peggiorato da 26,4 a 30,3 milioni, comunque l’utile ante imposte passa da 22,6 a 29,8 milioni (+31,7%).
Dopo imposte per 3,7 milioni (il tax rate scende dal 53,7% al 12,3%) e al netto della quota di utile di competenza di terzi salita da 1,7 a 2,1 milioni, l’utile netto di pertinenza si attesta a 24 milioni, rispetto agli 8,7 milioni del 2018; in termini normalizzati l’utile netto sarebbe pari a 43,1 milioni, ben il 56,4% in più rispetto ai 27,6 milioni dell’anno prima.
L’indebitamento finanziario netto a fine 2019 sale a 499,2 milioni da 453,2 milioni a fine 2018, per l’impatto dell’applicazione dell’IRFS 16 (87,8 milioni) e degli investimenti (21,8 milioni), attenuato dal flusso generato dall’attività operativa; il rapporto net debt/equity risulta pari a 1,40 volte (1,34 volte a fine 2018).
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2019 – Risultati in crescita per Fila nel primo semestre 2019 trainati dall’apporto del gruppo americano Pacon acquisito e recepito nel consolidamento a partire dal 7 giugno 2018.
I ricavi consolidati del semestre balzano da 259,1 a 350,7 milioni (-0,5%) e riflettono in pieno apporto di Pacon (87,2 milioni) e un effetto favorevole dei cambi (10 milioni).
In termini omogenei di perimetro e di cambi, l’incremento dei ricavi riscontrato in Asia (+7,7 milioni, +23%) e in Centro Sud America (+1,1 milioni, +4%), viene sostanzialmente assorbita dalla diminuzione in Nord America (-7,3 milioni, 4,5%), in Europa (-2,6 milioni, -2,2%) e nel resto del mondo (-0,6 milioni, -30,9%).
Gli altri ricavi e proventi scendono da 5 a 3,7 milioni e il totale ricavi passa da 264,1 a 354,4 milioni (+34,2%).
I costi operativi riflettono il trend dei ricavi e nel complesso aumentano da 229,5 a 294,5 milioni (+28,3%) e includono oneri non ricorrenti per 4,6 milioni riguardanti la riorganizzazione del gruppo (9,8 milioni al 30/6/2018), mentre l’IFRS 16 ha comportato minori costi per servizi per 6,3 milioni.
L’Ebitda passa da 34,5 a 59,9 milioni (+73,5%); in termini normalizzati l’Ebitda sarebbe aumentato da 44,4 a 58,2 milioni (+31,2%) e a parità di perimetro, per il consolidamento di Pacon, l’Ebitda risulterebbe migliorato dell’1,3% (-2,5% al netto dell’effetto cambi).
Gli ammortamenti e svalutazioni salgono da 11,1 a 20,2 milioni e conducono l’Ebit a 39,7 milioni, da 23,5 milioni dell’anno prima (+69%); normalizzato l’Ebit salirebbe da 33,3 a 43,1 milioni (+29,3%).
Il saldo negativo della gestione finanziaria risulta peggiorato da 9,9 a 15,2 milioni, comunque l’utile ante imposte passa da 13,6 a 24,5 milioni (+80%).
Dopo imposte per 6,4 milioni (il tax rate scende dal 55% a 26,2%) e al netto della quota di utile di competenza di terzi pari a 1,1 milioni, l’utile netto di pertinenza si attesta a 17 milioni, rispetto ai 5,3 milioni del 30/6/2018.
Depurando entrambi i periodi dalle voci non ricorrenti, l’utile netto normalizzato del semestre sarebbe pari a 22 milioni, rispetto ai 15,5 milioni dell’anno prima.
L’indebitamento finanziario netto sale a 602,9 milioni da 453,2 milioni a fine 2018, per l’impatto dell’applicazione dell’IRFS 16 (76,4 milioni), degli investimenti (8 milioni) e del flusso assorbito dall’attività operativa; il rapporto net debt/equity risulta pari a 1,76 volte (1,34 volte a fine 2018).
RISULTATI 2018 – Utile in calo e indebitamento finanziario in aumento per il gruppo Fila nel 2018, per l’impatto dell’acquisizione di Pacon Holding Company formalizzata il 7 giugno 2018 per 301,7 milioni e dopo l’aumento di capitale da 100 milioni completato a dicembre.
Gli azionisti ricevono un dividendo di 0,08 euro per azione (-11,1%), in pagamento dal 22 maggio 2019.
I ricavi delle vendite balzano da 510,4 a 588,7 milioni (+15,4%), mentre gli altri ricavi passano da 18,3 a 8,6 milioni (-53%) e portano il totale ricavi a 597,4 milioni, il 13% in più dell’anno prima.
La dinamica dei costi operativi da 455,5 a 528,7 milioni (+15%) attesta l’Ebitda a 73,5 milioni (+0,5%).
A seguito delle acquisizioni anche gli ammortamenti sono saliti da 17,7 a 23,5 milioni (+32,5%), mentre le svalutazioni di crediti e altre attività sono dimezzate da 2,1 a 0,9 milioni (-54,7%).
Di conseguenza l’Ebit flette a 49 milioni da 53,3 milioni dell’anno prima (-8%).
Rettificato delle partite non ricorrenti l’Ebitda “normalizzato” 2018, depurato di oneri non ricorrenti pari a 23,4 milioni legati alle acquisizioni e alla riorganizzazione (circa 7,5 milioni nel 2017), sarebbe incrementato a 96,9 milioni, rispetto agli 80,6 milioni del corrispondente 2017 (+20,2%, di cui +1,9% di crescita organica).
L’Ebit “normalizzato” risulta pari a 71,6 milioni, il 17,7% in più rispetto ai 60,8 milioni del 2017.
Il saldo negativo della gestione finanziaria risulta peggiorato da 22,4 a 26,4 milioni e dopo imposte per 12,1 milioni (il tax rate passa dal 43,8% del 2017 al 53,7%) ed al netto della quota di utile di competenza di terzi salita da 1,6 a 1,7 milioni, l’utile netto di pertinenza si attesta a 10,5 milioni, in calo del 39,8% rispetto ai 17,4 milioni del 31/12/2017.
L’utile netto “normalizzato” dopo le minorities si attesterebbe a 27,3 milioni, il 6,2% in meno rispetto ai 29,1 milioni dell’analogo 2017.
L’indebitamento finanziario netto sale da 239,6 milioni di fine 2017 a 453,2 milioni a fine 2018; il rapporto net debt/equity risulta pari a 1,34 volte (1,00 volte a fine 2017).
30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Avviamento--147,761147,334
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali185,210175,791186,014104,472
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze277,860280,556258,409262,432
Crediti Commerciali183,370214,207126,094135,549
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

1,236,2881,193,0731,150,9801,155,452
Capitale Sociale46,96746,87046,87646,799
Azioni Proprie----
Riserve261,318253,043260,295258,173
Utile (Perdite) d'Esercizio2,78016,96824,0008,747

Patrimonio Netto di Gruppo

311,065316,881331,171313,719
Patrimonio netto di Terzi24,34226,43426,18025,090

Patrimonio netto Complessivo

335,407343,315357,351338,809
Debiti Finanziari a Lungo Termine568,182501,695496,874524,986
Fondo TFR e altri fondi del personale11,01011,38111,80010,931
Fondo per rischi e oneri8611,2049373,668
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine124,679134,120102,70686,212
Debiti Commerciali86,00485,35376,19775,297
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

1,236,2881,193,0731,150,9801,155,452
30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Ricavi delle vendite e delle prestazioni307,518350,703682,686588,747
Altri ricavi5,9843,6886,7468,607

Totale ricavi

313,502354,391689,432597,354
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze24,79416,349--
Consumi di materie prime167,673174,400317,941268,743
Costo del personale66,90871,367142,439120,407
Costi per servizi53,04361,206116,056125,522
Altri costi operativi5,5073,8297,0729,172
Altri proventi non ricorrenti----
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA45,16559,938105,92473,510
Ammortamenti21,58619,46541,04723,537
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni1,2627814,829949
EBIT22,31739,69260,04849,024

Saldo gestione finanziaria

-17,298-15,236-30,279-26,419
a) Proventi Finanziari2,3652,986678967
b) Oneri Finanziari19,59718,31133,00826,556
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari-66892,051-830
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)----

Risultato prima delle imposte

5,01924,45629,76922,605
Imposte sul reddito2,8696,4143,66412,144
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

2,15018,04226,10510,461
Risultato di pertinenza di terzi-6301,0742,1051,714
Risultato di pertinenza del Gruppo2,78016,96824,0008,747
Your Recent History
BIT
FILA
Fila
Register now to watch these stocks streaming on the ADVFN Monitor.

Monitor lets you view up to 110 of your favourite stocks at once and is completely free to use.

NYSE, AMEX, and ASX quotes are delayed by at least 20 minutes.
All other quotes are delayed by at least 15 minutes unless otherwise stated.

By accessing the services available at ADVFN you are agreeing to be bound by ADVFN's Terms & Conditions

P: V:us D:20210507 21:50:35